Scalata Stromboli

L'ebrezza di poter camminare su uno dei vulcani piu' attivi al mondo è sicuramente una delle sensazoni piu' emozionanti che proverete nella vostra vita! Per questa particolare escursione abbiamo deciso di dedicarvi questa intera sezione con tutti i particolari accorgimenti che occorrono per affrontare al meglio questo tipo di esperienza.

Condizioni generali

La scalata al cratere di Stromboli è un'escursione che viene organizzata dal 15 marzo al 31 Ottobre, sia per singoli sia per gruppi organizzati.

A causa della ripidicità dei sentieri e delle temperature elevate (soprattutto nei mesi estivi) si richiedono, per ogni escursionista, condizioni fisiche ottimali ed equipaggiamento adatto. Pertanto si sconsiglia la salita a cardiopatici, asmatici e vertiginosi.

I bambini dai 7 ai 12 anni possono partecipare all’escursione solo se motivati, in ottime condizioni fisiche e abituati ad andare in montagna.

La nuova regolamentazione (per informazioni: www.protezionecivile.it) permette un numero limitato di partecipanti: i gruppi non possono essere formati da più di 20 partecipanti e non più di ottanta persone possono sostare contemporaneamente sulla cima del vulcano.

La guida, prima dell’inizio dell’escursione, fornisce al COA e alla Stazione dei Carabinieri di Stromboli l’elenco delle persone accompagnate, il percorso, l’orario di partenza e quello di rientro previsto.

Prima dell’escursione ogni partecipante deve firmare una liberatoria in cui dichiara di essere al corrente del fatto che la salita al vulcano comporta comunque un certo grado di rischio.

Il tempo di percorrenza è di 5 ore (3 ore per la salita + 2 per la discesa) effettuando delle soste ogni 30 minuti circa. Il tempo di permanenza in cima alla vetta dipende dall’attività del vulcano e varia da un minimo di 15 minuti a un massimo di 45 minuti.

EQUIPAGGIAMENTO:

Il casco di protezione obbligatorio è fornito gratuitamente.

Sono altresì obbligatori *scarponcini da trekking e *torcia elettrica con batterie alcaline.

 Per un’escursione confortevole consigliamo *zainofelpa, *giacca anti-ventopantaloni corti per la salita e lunghi per la discesa nella sabbiauna t-shirt di ricambiofazzoletto anti-polvereacqua (quantità in base alla stagione) e paninicioccolata o frutta secca.

*Presso il negozio "Totem Trekking", sito in piazza S. Vincenzo, è possibile noleggiare tutto l’equipaggiamento necessario.

Le nostre guide

Per i nostri clienti ci siamo affidati esclusivamente alle migliori guide presenti sull'isola di Stromboli.

Esse fanno parte del Collegio regionale Guide Alpine e Vulcanologiche Sicilia e vantano una pluriennale esperienza nel settore.

Durante le escursioni condivideranno con voi le loro conoscenze naturalistiche, antropologiche, storiche e la loro preparazione tecnica vi garantirà un’escursione in totale sicurezza.

Parlano italiano, inglese, francese, tedesco e spagnolo.

In vetta allo Stromboli lo spettacolo è assicurato!

41Imgs

L' attività eruttiva denominata appunto “stromboliana” è persistente e a condotto aperto. Ogni 10-20 minuti ricorrono infatti esplosioni di moderata energia, con lancio di brandelli di lava incandescente, lapilli e cenere fino a qualche centinaio di metri di altezza. Le esplosioni hanno origine da diverse bocche, allineate in direzione nord-est sud-ovest, situate all'interno di una terrazza craterica a circa 700m di quota nella parte alta della Sciara del Fuoco, uno dei versanti del vulcano.

"Iddu" lascia sempre un piacevole ricordo.

"...Stava preparando nelle profondità quelle periodiche e ardenti eruzioni che oggi ne fanno il vulcano piu' cortese della terra...

 ...Sentimmo un rombo sordo e una denotazione simile all'esplosione di venti colpi d'artiglieria; quasi contemporaneamente un lungo getto di fuoco si staglio' in aria per ricadere in una pioggia di lava: una parte ricadde nel cratere stesso, mentre l'altra scivolo' giu' nel dirupo, precipitando come un torrente di fiamme e finendo per stendersi nel mare scoppiettando. Dieci minuti dopo il fenomeno si ripetè e così, di dieci minuti in dieci minuti, per tutta la notte.

Ammetto che quella fu una tra le emozioni piu' particolari della mia vita: Io e Jadin non potevamo in nessun modo distoglierci da quello spettacolo..."

 tratto da "Impressions de voyage; Le capitaine Arena" di Alexandre Dumas (1854).